PranzoCena
PranzoCena

Il libro degli ospiti

Benvenuti a tutti gli ospiti!

Forse questo può essere l'inizio di una bellissima relazione grastronomica. Se volete, qui avete a disposizione 160 caratteri per poter inserire, ricette, menù, prodotti.Scrivetemi!

Commenti

Inserisci il codice
* Campi obbligatori
  • Nilo (lunedì, 13. agosto 2018 22:35)

    Grande Mauro!

  • manuela rossi marcelli (lunedì, 30. novembre 2015 21:51)

    Grazie ! Anche da parte di mio marito

  • Matteo Floris (lunedì, 30. novembre 2015 18:34)

    Bellissimo sito!complimenti

  • mrBeats (giovedì, 15. ottobre 2015 18:27)

    una cucina prelibata e internazionale

  • Gabriele Z.-Kaiser (lunedì, 05. ottobre 2015 16:37)

    Un bel sito, complimenti.
    le ricette sono davvero da consigliare;-)
    un saluto dal residence Val Pusteria, Gabriele

  • Aurora (lunedì, 29. giugno 2015 17:12)

    Ho già preparato qualche ricetta. Buoni i piatti!
    Complimenti per la vostra pagina web:-) Saluti dal centro benessere Alto Adige, Aurora.

  • Salvatore Idili (martedì, 05. maggio 2015 14:55)

    Bel sito con molte idee, complimenti!!!!

  • Caty (domenica, 05. aprile 2015 17:29)

    O santa bicicletta che ci fa provare la gioia di un robusto appetito a dispetto deidecadentie dei decaduti, sognanti la clorosi, la tabe evi gavoccioli dell'arte ideale! All'ari, all'aria libera e
    sana, a far rosso il sangue e forti i muscoli! Non vergognamoci dunque di mangiare il meglio che si può e ridiamo il suo posto anche alla gastronomia. Infine anche il tiranno cervello ci guadagnerà,
    e questa società malata di nervi finirà per capire che, anche in arte, una discussione sul cucinare l 'anguilla, vale una dissertazione sul sorriso di Beatrice.
    Non si vive di solo pane, è vero; ci vuole anche il companatico; e l'arte di renderlo piú economico, piú sapido, piú sano, lo dico e lo sostengo, è vera arte. Riabilitiamo il senso del gusto e non
    vergogniamoci di sodisfarlo onestamente, ma il meglio che si può, come ella ce ne dà i precetti. pellegrino artusi .....................................................ciao cugino...condivido la tua
    passione....bellissime foto!!!!

  • Zighirè (lunedì, 09. marzo 2015 19:19)

    Aho me venuta fame

  • violetta (lunedì, 10. marzo 2014 09:58)

    Il meglio del meglio, ricette fantastiche :) complimenti !!!

  • CRITICO BLOGGER (venerdì, 07. marzo 2014 09:20)

    devi seguirlo e aggiornarlo il tuo sito

  • Riky Marcoli (lunedì, 13. gennaio 2014 20:38)

    un consiglio da chef metti la ricetta delle polpette al limone é una bontà culinaria

  • Mauro (domenica, 22. dicembre 2013 11:15)

    Ciao mauro sono mauro. Il tuo sito è veramente interessante. Complimenti! aspetto che lo arrichisca di ricette sempre più interessanti(tipo polpette al limone.....) ciao a presto tanti auguri di buon
    natale

  • hideki (venerdì, 22. novembre 2013 10:58)

    bel sito per un gran artista culinario :)

  • roberta passerini (sabato, 24. agosto 2013 21:32)

    che sorpresa! è bellissimo gironzolare in questo blog,ma viene una fame!!!!
    ti abbraccio caro Mauro
    speriamo a prestissimo!

  • Sandro (lunedì, 19. agosto 2013 23:13)

    Bello...anzi buono!

  • Riky (venerdì, 16. agosto 2013 14:33)

    grande chef Mauretto :) sono fiero tuo figlio R.

  • milena sedda (sabato, 02. marzo 2013 19:14)

    fregola sarda con arselle e cognac.
    lavare le arselle,metterle a bagno almeno tre ore,quindi aprirle in padella a fuoco vivo.Una volta aperte metterle da parte e colare il liquido.preparare il sofrito di aglio e peperoncino aggiungere
    le arselle poi mezzo bicchiere di cognac,quindi la fregola,far tostare leggermente,aggingere il liquido delle arselle e continuare la cottura aggiungendo acqua o brodo se neccessario,a fine cottura
    aggiungere il prezzemolo tritato!buon apetito

  • mariella memme (mercoledì, 28. novembre 2012 23:01)

    Bellissimo tutto, ricette,foto e tutto il resto . ..e ringrazio tuo figlio per averne parlato nei fondamentalisti, altrimenti non l'avrei saputo. Ora quando ho voglia di aria sarda in cucina so dove
    andare.. inizio con le penne al mirto...complimenti !

  • Roberta Aramu (martedì, 23. ottobre 2012 17:51)

    Caro Mauro
    il sito sta migliorando ogni giorno, complimenti alla fotografa, le sue fote fanno venire fame anche se si è già pranzato

  • Giorgia (lunedì, 27. agosto 2012 10:42)

    unmmmmm...che cose buone..:-)

  • ANNA (venerdì, 25. maggio 2012 09:28)

    ...anche noi ci siamo dalla piccola isola....quanto a zia sally..lascia perdere il merluzzo!!!!! un abbraccio a tutti
    (Anna)

  • Maurizio Murgia (martedì, 22. maggio 2012 22:00)

    Complimenti per il sito! Un sito dove trovare idee e soluzioni. Complimenti anche a Roberta Aramu per le doti poetiche.Un abbraccio.

  • Roberto (martedì, 22. maggio 2012 19:04)

    Davvero interessante... Ciao

  • Silvana (Sally x i parenti) (martedì, 22. maggio 2012 18:31)

    E io la terza. cercavo una rima con cena ma, ahimè non ho il talento di Robi. Stasera dovrei cucinare il Merluzzo, cercavo un'idea x evitare il solito Merluzzo lessato.
    Grazie

  • Roberta Aramu (giovedì, 10. maggio 2012 11:45)

    La tua arte raffinata
    il suo sito ha trovato
    la pietanza prelibata
    grazie a lui ho cucinato

    ...promette bene..

  • Federico (martedì, 08. maggio 2012 13:23)

    ahahahah sono il primo!!!!
    tanti saluti!!!
    Federico

Pranzo Cena

Cucina per tutti

Qui potete trovare una cucina sana, genuina, legata al territorio.

 

Film e gastronomia

musica e gastronomia

https://www.ponti.com/medioevo-e-oltre/

 

 

L’aceto e la peste
Nel Trecento la peste invade  l’Europa uccidendo un individuo su tre, e fino al 1700 non c’è anno in cui, non si accenda un focolaio di questo tipo di epidemia. Nella profilassi verso i primi del '700 si ripone fiducua nel rimedio attraverso l'aceto. Nel 1720, anno dell’ultima grande epidemia dell’Europa occidentale, gli abitanti di Marsiglia si difendono dall’aria che “genera febbri” tenendo in mano una spugna imbevuta d’aceto che viene inalata di continuo e, da parte dei medici, “attaccata al naso” senza respirare mai con la bocca e senza inghiottire saliva. Insieme ai  dottori segue  un infermiere che porta una bacinella  di aceto dove il medico ripetutamente immerge le mani prima di toccare  il malato.A mo' di acquasantiera. Poi, quando la peste rallenta, si fa  l'genizzazione dei locali pulendo con aceto i muri delle case infette.

Cantina

Cheyenne: Jane, ti posso chiedere una cosa? Perché hai fatto scrivere 'cuisine' all'ingresso della nostra cucina? Lo sappiamo benissimo che c'è la cucina, lì. 

il cuciniere

 

non conosco
la mia vita e le mie creazioni
tutto quello che mi è dato sapere
è che il mio passato mi viene dietro
come il cameriere attaccato
a fumanti piatti di portata
quanto alle mie creazioni
non è che ne sappia molto di più della loro fine
restano solo tegami da pulire
lana d'acciaio e sapone per piatti
d'altronde è quello che mi merito


 

 

 

socio

motori ricerca
siti internet
In classifica
10000 punti ottenuti
Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Mauro Loi - Settimo San Pietro - Cagliari Sardegna